Project ARA: lo smartphone componibile di Google


Pensate ai lego. Pensate ai puzzle. Ora applicate il concetto di “moduli” allo smartphone. Questo è ARA, uno dei tanti fantastici progetti di Google la cui idea basa su un concetto elementare ma geniale al tempo stesso: la modularità.

Il colosso di Mountain View sta quindi sviluppando un device rivoluzionario, modulare, componibile che stravolgerà il mondo della tecnologia mobile.

project ara parts

project ara

Dite addio agli smartphone monoliti senza possibilità di aggiornamenti hardware, il vostro prossimo device avrà parti che potranno essere scelte da te stesso e potranno essere cambiate, sostituite o upgradate in un attimo. La base dello smartphone è il “grayphone” o “endo” (endoscheletro) e sarà disponibile al pubblico per soli 50$ (intorno ai 35€) mentre i moduli dovrebbero costare circa 20$. Il “grayphone” non è altro che una scocca di alluminio capace di accogliere moduli e metterli in comunicazione tra loro. I moduli saranno prodotti da Google o da altre aziende e il loro assemblaggio sarà un’operazione tanto semplice quanto l’inserimento di una pen-drive. Il risultato finale dell’assemblaggio sarà uno smartphone di soli 10 mm e lo scheletro sarà disponibile in diverse dimensioni:

  • Mini: intorno ai 4″
  • Medium: intorno ai 5″
  • Large: tra i 5″ e i 7″.

La modularità e l’intercambiabilità delle componenti sarà tale anche in questo caso, quindi potrete spostare un modulo dallo smaphone al phablet in due semplici operazioni. Fantastico!

La presentazione del progetto ARA sarà riservata agli sviluppatori ed si terrà il 14 e il 15 aprile 2014 presso il Computer History Museum di Mountain View, in California, mentre dovrebbe essere messo in commercio entro il primo quadrimestre del 2015.Se sei uno sviluppatore, clicca qui per avere maggiori informazioni su come partecipare alla conferenza di presentazione.

La prima di ARA è stata invece affidata a Paul Eremenko che ha mostrato il prototipo di smartphone modulare all’evento LAUNCH Festival 2014. Ecco il video (minuto 5:30):

Il progetto ARA non è però il primo ad occuparsi della modularità dei device mobili. Un progetto identico e attivo già dal 2013 è il Phonebloks. Gave, Gawin e Tomas formano il team di sviluppo del Phonebloks e tra le partnership spunta il nome di Motorola. La loro idea? Realizzare un telefono modulare che possa ridurre i rifiuti e realizzato su una piattaforma aperta al mondo intero! Guardate il loro video di presentazione del progetto:

Questo è ciò che ci riserva il futuro degli smartphone? Commentate e fateci sapere cosa ne pensate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...